AISoft-ICT
VoiceSubtitler

 

 

 

VoiceSubtitler per la creazione di sottotitoli di filmati
 
Avere un filmato e dover creare i sottotitoli per renderlo fruibile agli audiolesi ed alle persone che non conoscono la lingua è normalmente un lavoro complesso, affidato a specialisti.
Ci siamo posti l’obiettivo di semplificare il lavoro e ci siamo riusciti, almeno nelle situazioni più diffuse e più semplici da gestire.
Noi abbiamo lavorato sui filmati che hanno un unico attore per volta, parla una sola persona: la registrazione di un intervento ad una conferenza, la cassetta di una lezione eccetera.

La nostra attività prevede:
  • Di trasferire la cassetta su Personal computer nel formato mpg
  • Estrarre il file audio e convertirlo a 11 KHz, 16 Bit, Mono.
  • Creare il profilo vocale del parlatore dal solo file audio disponibile (nessun addestramento viene richiesto al parlatore).
  • Creare, con VoiceSubtitler, un file di testo contenente i time code (tempo d’ingresso e d’uscita del sottotitolo) ed il testo dei sottotitoli.
  • Visualizzare con Windows Media Player il filmato sottotitolato.
 
 
Il file dei sottotitoli viene creato in modo semi automatico:
  • Il programma VoiceSubtitler richiede il caricamento del profilo vocale del parlatore (Strumenti - Apri profilo vocale) ed il file audio da cui creare i sottotitoli (File - Apri).
  • Il programma “ascolta” la prima frase – da pausa a pausa – e propone il testo compreso (la voce viene ripetuta due volte, con tonalità diverse, per permettere all’operatore di controllare la rispondenza del testo al messaggio audio).
  • L’operatore ha la possibilità di correggere il testo e di rilasciarlo come sottotitolo (Nuovo sottotitolo) oppure di ascoltare la frase successiva ed “allungare” il sottotitolo, accorpando due o più frasi (Aggiungi Sottotitolo).

  • VoiceSubtitler evidenzia il time code iniziale (Entrata) e quello finale (Uscita effettiva) e propone un time code finale “calcolato” sulla base della lunghezza del sottotitolo - numero di caratteri - e di un parametro, impostato dall’operatore – CPS – (Uscita suggerita). Il rapporto fra i due numeri determina il tempo di permanenza del sottotitolo sullo schermo. L’operatore può scegliere quale uscita applicare al sottotitolo.
  • I sottotitoli definiti vengono registrati in un file di testo che è sempre visibile all’operatore. Sarà possibile modificare il file di testo anche in un momento successivo per migliorare la presentazione, tradurre i sottotitoli in un’altra lingua ecc.
  • Un bottone permette una visione del filmato e dei sottotitoli associati – anteprima del filmato (Abc).